Come conservare l’aglio senza farlo marcire o germogliare

8 min di lettura

Fonte: https://www.pexels.com/it-it/foto/bulbi-di-aglio-sulla-superficie-marrone-1392585/

L'aglio è uno degli ingredienti più importanti della nostra cucina ma come conservarlo nel modo giusto? Con qualche piccolo segreto e qualche trucco è possibile conservare l'aglio anche durante il periodo invernale, senza cattivi odori e senza muffe.

PUBBLICITÀ

L’aglio è uno degli ingredienti fondamentali per cucinare le nostre ricette o meglio, per cucinare i piatti della nostra tradizione.

Quante ricette iniziano con un soffritto di aglio olio e prezzemolo? E quante volte invece capita di dover aggiungere uno spicchio d’aglio per insaporire le verdure o altre pietanze?

Lo possiamo dire con certezza, l’aglio è presente nella maggior parte delle nostre giornate ma spesso, quando lo si utilizza, sorge una domanda: come conservare l’aglio?

Si perché questo ingrediente è tanto fondamentale quanto deperibile e bisogna conservarlo con attenzione, inoltre non possiamo dimenticare quel piccolo difetto del cattivo odore!

Capire come conservare l’aglio nel modo giusto è importante sia per evitare gli sprechi che per limitare i cattivi odori nel frigorifero, vediamo quindi quali sono i piccoli segreti per farlo al meglio!

Come conservare l’aglio fresco?

Tastelist

Fonte: https://www.pexels.com/it-it/foto/cibo-legno-estate-foglia-4871217/

Per prima cosa se volete conservare l’aglio fresco evitate di separare gli spicchi dal bulbo.  

In molti infatti fanno l’errore di separare gli spicchi non sapendo che la membrana esterna e il bulbo sono delle protezioni per l’aglio che in questo modo non subisce traumi esterni.

Se quindi gli spicchi singoli possono durare al massimo qualche settimana, il bulbo rimane integro anche per mesi.

Un’altra cosa da fare per conservare al meglio l’aglio fresco è tenerlo lontano da fonti di luce e di umidità.

L’aglio è molto sensibile alle variazioni di temperatura e ai cambiamenti atmosferici, l’ideale è quindi conservare l’ingrediente dentro un sacchetto di carta che protegge l’aglio sia dall’umidità che dalla luce.

PUBBLICITÀ

Meglio evitare di conservare l’aglio dentro contenitori di plastica o in frigorifero per evitare la formazione di muffe o la sua germogliazione.

Come conservare l’aglio sott’olio per lunghi periodi

Le modalità di conservazione che vi abbiamo indicate prima sono adatte per brevi periodi, se volete conservare l’aglio più a lungo l’ideale è la conservazione sott’olio.

Quella sott’olio è una modalità di conservazione che è da considerare come una vera e propria salvezza nei momenti in cui si rimane senza aglio fresco.

Per conservare l’aglio sott’olio però non basta semplicemente inserirlo in un vasetto ma bisogna fare una procedura leggermente più complessa.

Nulla d'impossibile, vi basterà seguire queste istruzioni:

  1. sterilizzate i vasetti;
  2. pulite l’aglio separandolo dai bulbi, eliminando la buccia e tagliando la base;
  3. prendete una pentola e portate a bollore 3 bicchieri di aceto, 4 bicchieri di acqua e 2 cucchiai di sale grosso;
  4. unite qualche foglia di alloro o rosmarino, del pepe nero e gli spicchi di aglio;
  5. lasciate bollire per qualche minuto ( tra i 2 e i 10 minuti circa);
  6. scolate per bene e lasciate raffreddare.

Dopo che l’aglio è stato raffreddato potete inserirlo nei barattoli precedentemente sterilizzati e ricoprirlo completamente con l’olio di oliva.

Per completare la preparazione fate bollire i vasetti per 20 minuti all’interno di una pentola piena di acqua bollente e non utilizzateli per almeno una settimana.

Come conservare l'aglio per l’inverno

Tastelist

Fonte: https://www.pexels.com/it-it/foto/aglio-in-piatto-in-ceramica-bianca-750948/

Se si vuole conservare l’aglio per l’inverno uno dei modi più indicati è l’essiccazione.

PUBBLICITÀ

L’essiccazione dell’aglio può essere fatta con facilità e velocità attraverso l’uso di un essiccatore ma se non si possiede questo tipo di strumento in cucina è possibile essiccare l’aglio anche attraverso l’utilizzo del forno.

Per essiccare l’aglio al forno è necessario tagliare gli spicchi a fette molto sottili, quasi trasparenti, e riporlo all’interno di un forno ventilato per alcune ore a una temperatura che non deve in alcun modo superare i 60 gradi.

Come conservare l'aglio in frigorifero

Vi siete mai chiesti come conservare l'aglio in frigorifero? 

Se volete conservare il vostro aglio in frigorifero, magari dopo averne usato solo un pezzetto, vi consigliamo di avvolgerlo dentro un pezzo di pellicola da cucina o di riporlo all'interno di un recipiente ermetico di vetro o di plastica; in questo modo eviterete la formazione di umidità e i cattivi odori.

Come conservare l'aglio in freezer

Se invece non sapete come conservare l'aglio in freezer sappiate che la procedura è molto semplice: per congelare l’aglio è necessario dividere tutti gli spicchi e inserirli nel freezer separatamente.

Dopo che sono trascorse almeno tre ore è possibile riporre assieme tutti gli spicchi all’interno di un sacchetto di plastica.

Come usare l’aglio in cucina

Ora sai come conservare l’aglio ma sapete anche come usarlo in cucina?

Ecco alcuni consigli per le vostre ricette gustose:

PUBBLICITÀ

PUBBLICITÀ

E voi sapete già come utilizzare il vostro aglio?

Supporto per chi ama cucinare

Ottime ricette, consigli e suggerimenti utili e tanta ispirazione. Unisciti a chi ama cucinare e trova la risposta alla domanda: Cosa cucinerò oggi?

PUBBLICITÀ