Come cucinare le Lenticchie| Ricette Buonissime per rendere fiera persino tua nonna

6 min di lettura

Nessuno si aspettava il recente boom di questo fantastico ingrediente. Una combo di fibre e proteine, rimaste sino ad oggi nascoste, le lenticchie stanno venendo riscoperte per le eccezionali caratteristiche. Come cucinare le lenticchie? Come ingrediente principale, ti bastano strumenti e ingredienti reperibili. Scopri contorni, primi e secondi.

PUBBLICITÀ

Le lenticchie sono fantastiche. Una combo di fibre e proteine, pochi grassi, purtoppo sono rimaste sino ad oggi nell’ombra e come cucinare le lenticchie è stato riscoperto solo recentemente per le loro proprietà nutrizionali e gusto caratteristico. Delegate ad un misero ruolo secondario nella cucina italiana tradizionale, sono solitamente cotte in umido come contorno. (Chi non ricorda il cotechino con le lenticchie del cenone di capodanno…).

In realtà sono eccezionali come ingrediente principale. Ideali infatti per primi piatti, sia primi caldi a base di cereali e condimenti che insalatone fredde, sia nelle classiche minestre e zuppe. Si trovano anche in secondi vegetariani dall’apporto nutritivo completo. 

Come cucinare le lenticchie nel modo migliore 

Esistono diversi modi per cucinare le lenticchie, e le diverse tecniche di cottura fanno esaltare le varie caratteristiche del prodotto in modo particolare. Ti mostreremo come è facile cucinare le lenticchie secche senza ammollo e come si cucinano le lenticchie in scatola. Potrai farle in umido, abbinarle come contorno (saper cucinare lenticchie al pomodoro è fondamentale) o usarle come ingrediente principale di deliziosi piatti. Ci sono anche da tenere in considerazione diverse tipologie di lenticchie: decorticate e lenticchie rosse sono le più facili (perchè non necessitano di ammollo).

Tastelist

I segreti per le lenticchie perfette: l’alloro, il sale a fine cottura e l’acqua fredda

Sì, vogliamo assicurarci che tu sappia come cucinare delle lenticchie perfette. Ecco qui i comandamenti per la cottura delle lenticchie da imparare a memoria. 

  • Non trascurare gli aromi. L’alloro, in particolare, non solo fa esaltare il sapore delle lenticchie ma aiuta anche a ridurre il fastidioso disturbo tipico di quando si assumono legumi. Non c’è di che.
  • Importantissimo: le lenticchie vanno sempre salate a cottura ultimata. In questo modo non si sfalderanno durante la cottura e la loro buccia rimarrà integra. Altrimenti ti uscirà una sottospecie di purea.
  • Ultima cosa, ma non meno importante: per la cottura delle lenticchie devi sempre inziare con l’acqua fredda, oppure otterrai una cosa terribile: legumi crudi al loro interno e stracotti fuori. L’acqua deve raggiungere il bollore dolcemente, evitando escursioni termiche.
PUBBLICITÀ

Tastelist

Le preziosissime lenticchie 

Le lenticchie sono da sempre associate alla ricchezza e prosperità. Un’usanza presente già al tempo dei romani era quella di regalare un sacchetto di lenticchie con l’augurio che si trasformasse in denaro, data la forma molto simile. 

Ma le lenticchie sono preziose anche per un altro motivo: sono definite la carne dei poveri. In realtà, sarebbe da dire “dei vegetariani”. Il loro apporto nutrizionale infatti è ricco non solo di proteine, fondamentali per una dieta vegetariana bilanciata, ma anche di ferro, sali minerali, fosforo e vitamine del gruppo B. Super nutrienti.

Come cucinare le lenticchie in scatola (o come cucinare lenticchie secche dopo l’ammollo)

Le lenticchie sono legumi secchi. I puristi direbbero che acquistare le lenticchie secche è meglio delle lenticchie in scatola o in lattina, ma, in realtà, cambia pochissimo. (Scusate!).

Cucinare le lenticchie in scatola è un modo super efficace per avere un piatto sano e gustoso, pronto in meno di 10 minuti, senza passare ore ai fornelli. E puoi scegliere il tuo tipo di lenticchie preferito.Controllate sempre la qualità e la provenienza delle lenticchie al momento dell’acquisto per la scelta migliore. Devono essere senza conservanti aggiunti. 

Tastelist

Le lenticchie in scatola sono esattamente l’equivalente delle lenticchie in umido che si ottengono dalle preparazioni classiche che prevedono l’ammollo delle lenticchie secche. Si possono consumare condite semplicemente con sale (a fine cottura!), pepe e olio, oppure usare come base per altre preparazioni, seguendo le varie ricette come se foste stati voi a lasciarle in ammollo. Noi non diremo nulla a nessuno.

PUBBLICITÀ

Piatti con lenticchie

In ordine di semplicità, le classiche insalatone con lenticchie sono un piatto leggero ma nutriente e saziante. L’abbinamento più comune è con il tonno o sgombro, pomodorini, mais e insalata mista. Ottime anche con tagliata di pollo e verdure. 

Un’altra preparazione gustosa è l’abbinamento con la pasta. Dopo aver messo a bollire la pasta, procedi in una padella con il soffritto che preferisci (classica base di olio a cui puoi aggiungere aglio, carota e sedano, oppure cipolla, o cipollotti e zenzero). Aggiungi qui le lenticchie con parte del loro liquido. Scola la pasta un paio di minuti prima di quanto indicato e lasciala completare la cottura nella padella fino ad assorbimento. 

Un segreto per rendere ancora più cremosa la pasta e lenticchie e stupire i vostri commensali: a fine cottura, preleva un cucchaio di legumi, usa un frullatore a immersione e rimetti la purea nel condimento. Buonissimo. 

Tastelist

Ora che conosci il trucco del cucinare lenticchie in scatola rispetto a quelle secche, dai pure un’occhiata alle altre ricette con lenticchie secche per altre ispirazioni. Puoi farci un ragù, delle fantastiche polpette, lenticchie in umido dal gusto di una volta, persino un hummus di lenticchie.

Come cucinare le lenticchie secche senza ammollo

Cucinare le lenticchie secche senza ammollo è possibile! Come procedere dipende dalla varietà. Alcune lenticchie o sono molto piccole (come le lenticchie rosse) o sono decorticate - cioè prive di buccia - e per questo motivo non hanno proprio bisogno di essere messe in ammollo. Quelle con la buccia, invece, di solito per essere consumate vanno lasciate in ammollo un minimo di 2 ore. E’ sempre il metodo migliore.

PUBBLICITÀ

Puoi saltare l’ammollo in due casi: 

  1. Se sei di fretta e hai una pentola a pressione. In tal caso, si parla di 15-20 minuti di cottura.
  • Sciacqua bene le lenticchie sotto acqua corrente per eliminare eventuale sporcizia e residui
  • Acqua fredda nella pentola a pressione, immergi le lenticchie insieme agli ingredienti della ricetta che preferisci
  • Chiudi con l’apposito coperchio
  • Cuoci a fiamma medio/bassa, aspetta il sibilo e continua la cottura per ulteriori 15 minuti. Se stai usando lenticchie grandi, conta 5 minuti extra.
  • Sfiatato il vapore con l’apposita valvola, aggiungi solo alla fine il sale, pepe e olio extravergine. 
  1. Preparando delle vellutate, o ricette simili che prevedono l’uso del mixer o del frullatore (con qualsiasi tipo di lenticchia). Le parti fibrose delle lenticchie verranno infatti frullate.

Cucinare lenticchie secche senza ammollo senza pentola a vapore

Per questo metodo estremo per soddisfare la tua voglia immediata di lenticchie serve circa mezz’ora. 5 minuti extra per lenticchie grandi. Otterrai delle lenticchie morbide. Le proporzioni sono 1:2 di lenticchie e acqua (Per 500 gr di lenticchie, 1L d’acqua). Partendo da acqua fredda, cuocere tutto in una pentola senza coperchio a fuoco medio/basso, assicurandosi che non vada mai in ebollizione l’acqua, per circa 30 minuti. Scola e procedi secondo la tua ricetta con lenticchie preferita.

Supporto per chi ama cucinare

Ottime ricette, consigli e suggerimenti utili e tanta ispirazione. Unisciti a chi ama cucinare e trova la risposta alla domanda: Cosa cucinerò oggi?

PUBBLICITÀ