Ricetta sfincione palermitano

VIDEORICETTA Ricetta sfincione palermitano

PUBBLICITÀ

Il vero sfincione palermitano, non chiamatelo focaccia!

  • 70Minuti
  • 6Numero di porzioni
PUBBLICITÀ

Ingredienti

numero di porzioni
6

Ingredienti

  • 300 g semola rimacinata di grano duro Aggiunto a
  • 300 g farina gr sale Aggiunto a
  • 450 g acqua tiepida Aggiunto a
  • 40 g olio extrvergine d'oliva Aggiunto a
  • 25 g zucchero Aggiunto a
  • 312 g lievito di birra secco Aggiunto a

Ingredienti per il condimento

  • 400 g cipolla Aggiunto a
  • acqua Aggiunto a
  • sale Aggiunto a
  • 1 cucchiaino zucchero Aggiunto a
  • 4 acciughe sott'olio Aggiunto a
  • 400 g polpa di pomodoro Aggiunto a
  • olio evo Aggiunto a
  • origano Aggiunto a
  • 30 g pangrattato Aggiunto a
  • 200 g caciocavallo Aggiunto a
PUBBLICITÀ

Procedura

00:00 / 00:00
1. Passaggio

Raccogliete in una ciotola la semola rimacinata, unite quasi tutta l’acqua, lo zucchero e il lievito, mescolate. Unite poi la farina 0, l‘olio, che potreste sostituire con lo strutto, il sale e il resto dell’acqua. Amalgamate tutto con un cucchiaio, coprite con un canovaccio e lasciate riposare 20 minuti.

Ricetta sfincione palermitano - procedimento 1
2. Passaggio

Trascorso il tempo, infarinate una spianatoia e ribaltatevi l’impasto, che fin da subito si presenterà umido ed appiccicoso. Desistete dalla tentazione di aggiungere altra farina e cominciate ad impastare aiutandovi con un tarocco e realizzando delle pieghe slap and fold. Vedrete che l’impasto presto prenderà consistenza, diventando elastico, liscio e omogeneo. Sistematelo in una ciotola unta con olio d’oliva, coprite con pellicola e riponete in forno con luce accesa o al caldo a lievitare fino al raddoppio. Il tempo è relativo, potrebbero volerci 2-3 ore, ma tutto dipende dalle temperature esterne.

3. Passaggio

Mentre la pasta lievita, dedicatevi l condimento. Pelate e affettate le cipolle, sarebbe meglio usarne una varietà bianca o una varietà che cuoce in fretta, io avevo le rosse, sono ottime, ma un po’ più scure del necessario. Raccoglietele tutte in una padella, aggiungete dell’acqua, sale e un buon giro d’olio e lasciate stufare a fiamma bassa fino a quando non risulteranno morbide e l’acqua non sarà evaporata. Evaporati i liquidi, aggiungete due filetti di acciuga, lasciate rosolare ancora un po’ e non appena si saranno disfatti aggiungete la polpa di pomodoro o i pomodori pelati frullati, il sale e un cucchiaino di zucchero.

Ricetta sfincione palermitano - procedimento 3
4. Passaggio

Lasciate andare a fiamma moderata fino a quando non avrete ottenuto una salsa molto densa e corposa, spegnete, spostate in una ciotola e lasciate freddare.

5. Passaggio

Appena l’impasto avrà raddoppiato il suo volume, ricoprite una teglia con carta forno, ungetela abbondantemente con olio e ribaltatevi l’impasto. Allargatelo con le mani senza sgonfiarlo troppo e ricoprite l’intera teglia. Tagliate a cubetti 2/3 del caciocavallo, il resto grattugiatelo.

6. Passaggio

Raccogliete il pangrattato in una padella, date un buon giro d’olio d’oliva e lasciate tostare a fiamma vivace mescolando spesso e facendo attenzione a che non bruci. Ottenuto un colore brunito la “muddica atturrata” sarà pronta.

Ricetta sfincione palermitano - procedimento 6
7. Passaggio

Distribuite sulla base dello sfincione un buon giro d’olio, i filetti di acciuga spezzettati, il caciocavallo a cubetti e quello grattugiato. Stendete la salsa alle cipolle in maniera uniforme, cospargete di pangrattato e origano e riponete ancora a lievitare al caldo per almeno 40 minuti.

8. Passaggio

Cuocete in forno statico a 180°C per 40 minuti, sfornate quando sia sotto che ai bordi, lo sfincione avrà raggiunto un bel colore dorato. Servite tiepido o a temperatura ambiente, vedrete il suo profumo, la sua morbidezza e il suo sapore unico vi faranno innamorare! Lo sfincione è pronto, se riuscite, consumatelo in giornata, la parte avanzata andrà coperta da pellicola, conservata a temperatura ambiente consumata entro 24 ore.

Valuta la ricetta

0 / 255
Upload
Aggiungi una foto

Ricette simili

4.5
Valutazione: 4.5/5
Numero di valutazioni: 13

Pasta alla norma

4.5
Valutazione: 4.5/5
Numero di valutazioni: 13
Bruschette sfiziose
Ricetta di un utente premium
Videoricetta
4.6
Valutazione: 4.6/5
Numero di valutazioni: 14

Gnocchi alla romana

4.6
Valutazione: 4.6/5
Numero di valutazioni: 14
Ricetta veloce focaccia di recco
Ricetta di un utente premium
Videoricetta
Pasta alla norma classica con melanzane
Ricetta di un utente premium
Videoricetta
Tagliatelle ai funghi porcini
Ricetta di un utente premium
Videoricetta
Spaghetti alle vongole
Ricetta di un utente premium
4.5
Valutazione: 4.5/5
Numero di valutazioni: 23

Spaghetti alle vongole

4.5
Valutazione: 4.5/5
Numero di valutazioni: 23

Ricette simili

4.5
Valutazione: 4.5/5
Numero di valutazioni: 13

Pasta alla norma

4.5
Valutazione: 4.5/5
Numero di valutazioni: 13
Bruschette sfiziose
Ricetta di un utente premium
Videoricetta
4.6
Valutazione: 4.6/5
Numero di valutazioni: 14

Gnocchi alla romana

4.6
Valutazione: 4.6/5
Numero di valutazioni: 14
Ricetta veloce focaccia di recco
Ricetta di un utente premium
Videoricetta
Pasta alla norma classica con melanzane
Ricetta di un utente premium
Videoricetta
Tagliatelle ai funghi porcini
Ricetta di un utente premium
Videoricetta
Spaghetti alle vongole
Ricetta di un utente premium
4.5
Valutazione: 4.5/5
Numero di valutazioni: 23

Spaghetti alle vongole

4.5
Valutazione: 4.5/5
Numero di valutazioni: 23

Categorie principali

Colazione

64 ricette

Pasta

74 ricette

Dessert

192 ricette

Pranzo

267 ricette

Estate

36 ricette

Pesce

2 ricette

Torte

115 ricette

Italiana

182 ricette

Funghi

3 ricette
Recipe author image cookinstar

Ricetta sfincione palermitano

Il vero sfincione palermitano, non chiamatelo focaccia!

70
Minuti
6
Numero di porzioni
Recipe main image
Procedura
1. Passaggio

Raccogliete in una ciotola la semola rimacinata, unite quasi tutta l’acqua, lo zucchero e il lievito, mescolate. Unite poi la farina 0, l‘olio, che potreste sostituire con lo strutto, il sale e il resto dell’acqua. Amalgamate tutto con un cucchiaio, coprite con un canovaccio e lasciate riposare 20 minuti.

2. Passaggio

Trascorso il tempo, infarinate una spianatoia e ribaltatevi l’impasto, che fin da subito si presenterà umido ed appiccicoso. Desistete dalla tentazione di aggiungere altra farina e cominciate ad impastare aiutandovi con un tarocco e realizzando delle pieghe slap and fold. Vedrete che l’impasto presto prenderà consistenza, diventando elastico, liscio e omogeneo. Sistematelo in una ciotola unta con olio d’oliva, coprite con pellicola e riponete in forno con luce accesa o al caldo a lievitare fino al raddoppio. Il tempo è relativo, potrebbero volerci 2-3 ore, ma tutto dipende dalle temperature esterne.

3. Passaggio

Mentre la pasta lievita, dedicatevi l condimento. Pelate e affettate le cipolle, sarebbe meglio usarne una varietà bianca o una varietà che cuoce in fretta, io avevo le rosse, sono ottime, ma un po’ più scure del necessario. Raccoglietele tutte in una padella, aggiungete dell’acqua, sale e un buon giro d’olio e lasciate stufare a fiamma bassa fino a quando non risulteranno morbide e l’acqua non sarà evaporata. Evaporati i liquidi, aggiungete due filetti di acciuga, lasciate rosolare ancora un po’ e non appena si saranno disfatti aggiungete la polpa di pomodoro o i pomodori pelati frullati, il sale e un cucchiaino di zucchero.

4. Passaggio

Lasciate andare a fiamma moderata fino a quando non avrete ottenuto una salsa molto densa e corposa, spegnete, spostate in una ciotola e lasciate freddare.

5. Passaggio

Appena l’impasto avrà raddoppiato il suo volume, ricoprite una teglia con carta forno, ungetela abbondantemente con olio e ribaltatevi l’impasto. Allargatelo con le mani senza sgonfiarlo troppo e ricoprite l’intera teglia. Tagliate a cubetti 2/3 del caciocavallo, il resto grattugiatelo.

6. Passaggio

Raccogliete il pangrattato in una padella, date un buon giro d’olio d’oliva e lasciate tostare a fiamma vivace mescolando spesso e facendo attenzione a che non bruci. Ottenuto un colore brunito la “muddica atturrata” sarà pronta.

7. Passaggio

Distribuite sulla base dello sfincione un buon giro d’olio, i filetti di acciuga spezzettati, il caciocavallo a cubetti e quello grattugiato. Stendete la salsa alle cipolle in maniera uniforme, cospargete di pangrattato e origano e riponete ancora a lievitare al caldo per almeno 40 minuti.

8. Passaggio

Cuocete in forno statico a 180°C per 40 minuti, sfornate quando sia sotto che ai bordi, lo sfincione avrà raggiunto un bel colore dorato. Servite tiepido o a temperatura ambiente, vedrete il suo profumo, la sua morbidezza e il suo sapore unico vi faranno innamorare! Lo sfincione è pronto, se riuscite, consumatelo in giornata, la parte avanzata andrà coperta da pellicola, conservata a temperatura ambiente consumata entro 24 ore.

Ingredienti
Ingredienti
300 g
semola rimacinata di grano duro
300 g
farina gr sale
450 g
acqua tiepida
40 g
olio extrvergine d'oliva
25 g
zucchero
312 g
lievito di birra secco
Ingredienti per il condimento
400 g
cipolla
acqua
sale
1 cucchiaino
zucchero
4
acciughe sott'olio
400 g
polpa di pomodoro
olio evo
origano
30 g
pangrattato
200 g
caciocavallo